Stato di attuazione del Piano Triennale per l'informatica nella PA

FAQ - Frequently Asked Questions

Indice


Compilazione Questionario

Cosa si intende per “spesa per IT”?

Domande

Il mio Ente fa parte di un'Unione di Comuni. Come mi comporto?

È prevista la partecipazione al Questionario dei soli Comuni e non delle Unioni di Comuni.
Il Questionario potrà essere compilato dal Responsabile per la Transizione al Digitale (RTD) dell’Unione o da un Referente per il Questionario (a livello di Unione o di singolo Comune).
Non sono necessarie procedure specifiche di nomina; la nomina è interna all’Ente.
Si dovrà compilare un Questionario per ogni singolo Comune facente parte dell’Unione, secondo le istruzioni appresso riportate.

  1. Per i quesiti del questionario per i quali il singolo Comune non è a conoscenza dell’importo da indicare, per quanto di propria competenza, la spesa potrà essere quantificata in proporzione alla contribuzione erogata dal Comune all’Unione.
    Spesa per il servizio del Comune considerato (X): Spesa totale sostenuta dall’Unione dei Comuni per il servizio (1.500) = Importo dei trasferimenti erogati dal Comune considerato (3.000): Importo totale dei trasferimenti erogati da tutti i Comuni (10.000)

    X=1.500*3.000/10.000=450

  2. Per i quesiti del questionario nei quali si chiede il numero dei dipendenti addetti si dovrà riportare il personale con riferimento all’ente locale di provenienza, indicando “0” (zero) per gli enti che nell’Unione non hanno personale assegnato a questi servizi.

  3. Laddove non sia possibile ricorrere al criterio sub 2), si dovrà applicare il criterio sotto indicato.
    Numero di persone/giorni da attribuire al Comune considerato (X): Numero di persone componenti la struttura per il servizio considerato dell’Unione dei comuni (15) = Importo dei trasferimenti erogati dal Comune considerato (3.000): Importo totale dei trasferimenti erogati da tutti i Comuni (10.000)

    X=15*3.000/10.000=4,5

  4. In linea generale nelle risposte alle domande del questionario che richiedono l’inserimento di numero di dipendenti, ore di formazione o altri dati, che sono gestiti a livello di Unione, si deve applicare la regola della ripartizione sulla base del Comune di provenienza.
    Qualora i servizi informatici siano riferibili all’Unione di Comuni, i dati diversi dai costi dovranno essere caricati per intero sull’Ente in cui svolge la propria attività il compilatore del questionario, indicando “0” (zero) per gli altri Comuni.
    Tutti i Comuni partecipano alle spese generali dell’Unione, nella misura prevista dall’atto costitutivo. Anche la spesa del personale rientra tra le spese generali finanziate pro quota da tutti i partecipanti all’Unione.
    Ad esempio: il compilatore è stato assunto dall’Unione ad un costo di 1.000; i Comuni appartenenti all'Unione sono 4.

    Caso 1: se tutti i Comuni partecipano alle spese dell’Unione in uguale misura:
    Comune A 25% + Comune B 25% + Comune C 25% + Comune D 25% = 250 * 4 = 1.000

    Caso 2: se il peso percentuale è diverso per ogni Comune si applicherà la diversa percentuale di partecipazione alle spese:
    Comune A 30% + Comune B 25% + Comune C 40% + Comune D 5% = 300 + 250 + 400 + 50 = 1.000

    Il medesimo criterio si applicherà anche per la definizione per le altre spese, ad esempio per spese di formazione.
    Per quanto riguarda i costi, ove richiesti, si deve applicare la regola della ripartizione sulla base della quota di partecipazione del Comune.
Tutti i valori decimali dovranno essere arrotondati all’unità (per eccesso o per difetto, è ammesso lo “0”) facendo attenzione che la somma dei singoli valori indicati per ciascun Comune non superi il valore complessivo dell’Unione dei Comuni.